Realizzazione di nuovo impianto di desolforazione in area Cokeria

Realizzazione di nuovo impianto di desolforazione in area Cokeria

DESCRIZIONE DELL'OPERA

Il concetto di base del progetto è la riduzione al minimo dell’emissione aumentando la capacità di stand-by. Nel seguente paragrafo si descrivono, in modo conciso, le caratteristiche progettuali e le basi di sicurezza del nuovo impianto di desolforazione:

 

Unità di recupero zolfo (Unità 2811)
In parallelo all’impianto di acido solforico esistente è prevista l’installazione di una nuova unità di recupero zolfo con una capacità di 100 % dei vapori derivanti dall’unità di desorbimento H2S/NH3 (100 % riserva). L’unità di recupero zolfo differisce dall’impianto di acido solforico per il fatto che non è provvista di ciminiera. Il gas sprigionato (off-gas) dell’unità, il cosiddetto “gas di coda” “tail gas” sarà mescolato con il gas coke (COG) nel bariletto.

 

Unità di raffreddamento primaria (Unità 2401 AMI TON 12) & Impianto di raffreddamento (2901)
Dodici refrigeratori primari di gas esistenti (PGC) sono stati installati; ognuno di essi è stato progettato per 22.500 Nmc/h; di questi sei refrigeratori sono operativi e sei refrigeratori sono in modalità stand-by (50 % riserva); l’intero gas coke (COG) viene raffreddato fino a raggiungere la temperatura richiesta dal processo. La fase finale di raffreddamento dei PGC, che è stata gestita per mezzo di acqua industriale molto dipendente dalle condizioni atmosferiche, verrà modificata mediante raffreddamento ad acqua refrigerata.

 

Scambiatori di calore in relazione all’unità di assorbimento H2S (Unità 2441 AMI TON 34)
Il refrigerante degli scambiatori di calore che raffredda l’acqua di lavaggio dell’impianto di assorbimento H2S con acqua industriale, sarà cambiato in acqua refrigerata. È prevista l’installazione di due scambiatori di calore addizionali in modo che il refrigeratore dell’acqua deacidificata sarà provvisto di uno scambiatore di calore di riserva. Nel caso di raffreddamento con acqua risultante da strippaggio, i due gruppi di scambiatori di calore esistenti avranno un’unità di rispetto in comune.

 

Unità di rigenerazione H2S/NH3 (Unità 2701 AMI TON 44)
E’  prevista l’ installazione di due desorbitori H2S/NH3. Ogni colonna sarà modificata in modo da trattare il 100 % della quantità completa di liquido di lavaggio ed acqua di carbone, prendendo in considerazione due batterie in funzione ed un carico di gas coke (COG) di 130000 Nmc/h senza gas di coda (tail gas).

 

Il costo dell’intera opera (opere civili/strutturali ed impiantistiche) ascende a complessivi € 40.000.000,00.

SERVIZIO SVOLTO

Direzione dei lavori

GALLERIA

  • Località
    Comune di Taranto
  • Share